Scrittura privata per restituzione soldi

Scrittura privata per restituzione soldi: come redigere questo documento

Quando si effettua un prestito fra privati e si vuole regolamentare questa procedura è necessaria una scrittura privata per restituzione soldi. Questa scrittura ha valore legale, quindi viene percepita come un vero e proprio contratto. Il debitore non potrà quindi dichiarare di non avere alcun debito e di non dover restituire il denaro e d’altro canto il creditore non potrà avere pretese superiori a quelle indicate nella scrittura privata.

Questo quindi è uno strumento di garanzia sia per il creditore che per il debitore. Spesso e volentieri infatti le persone preferiscono ricorrere a questa tipologia di strumenti di natura economica per ottenere la liquidità richiesta in poco tempo, senza dover sottostare agli interessi richiesti dagli istituti bancari.

Perché si deve effettuare una scrittura privata?

Si ricorre alla scrittura privata per restituzione soldi per giustificare la transazione economica da un soggetto all’altro che altrimenti sarebbe ingiustificata. Infatti nel caso in cui ci fosse un controllo da parte dell’Antiriciclaggio e quindi dalla Guardia di Finanza, una scrittura di questo tipo tra privati potrebbe essere l’unico strumento in grado di giustificarla.

Non è necessaria la presenza di un intermediario come una banca proprio per la natura stessa della scrittura privata. Il valore legale è identico a quello di un documento bancario. In questo documento si possono elencare tutti gli accordi stipulati fra le parti.

Come scrivere una scrittura privata?

Per scrivere in modo adeguato una scrittura privata per restituzione soldi dovresti prendere in considerazione una serie di fattori:

  • Somma di denaro prestata;
  • Scadenze per la restituzione;
  • Modo in cui viene effettuata la transazione;
  • Tasso di interesse;
  • Conseguenze qualora il debitore non rispetti i termini della scrittura privata.

Il processo per scrivere una scrittura privata quindi è piuttosto semplice, inoltre dovrà essere presente una data, e dovrà essere firmata da entrambi le parti, quindi sia dal debitore che dal creditore.

Alcuni consigli da applicare 

Il primo consiglio qualora non si fosse troppo sicuri di come è stata redatta la scrittura privata è quello di farsi assistere da un avvocato. Ovviamente questo non è un processo obbligatorio, tuttavia è consigliabile agire in questo modo. Inoltre un ulteriore consiglio potrebbe essere quello di inviare la documentazione tramite PEC, posta certificata, in modo tale che nessuna delle due parti possa affermare di non aver ricevuto o aver preso visione del contenuto.

Quindi non perdere altro tempo, ottieni il tuo prestito e utilizza questo strumento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *