Se la finanziaria non trova soldi sul conto

Se la finanziaria non trova soldi sul conto

È successo molto frequentemente nei mesi scorsi durante il blocco delle attività commerciali, quindi nella maggior parte dei casi non per vicissitudini o responsabilità personali. Tuttavia, la finanziaria con la quale avete un piano di pagamenti rateali per un prestito contratto, generalmente addebita sul conto la rata mensile, ma se non trova i fondi?

Situazioni che hanno un risvolto umano sicuramente drammatiche e complesse, perché quando non si lavora per lunghi periodi capita che ci si ritrovi senza soldi. La finanziaria in genere invia dei solleciti di pagamento, ma prima di questo riprova a fare l’addebito sul conto qualora si sia trattato di un problema tecnico, capita anche questo.

Dal sollecito alla trattiva fino alle azioni legali

Il sollecito è la prima azione che la finanziaria farà nei confronti del cliente, poi a seconda delle dimensioni della stessa e della struttura organizzativa interna, i solleciti possono essere anche telefonici, di solito migliori e più efficaci delle lettere.

Se al sollecito rispondete in tempo utile stimando una data possibile per il pagamento della rata scoperta, il problema è già risolto e si conclude non appena sarà fatto il pagamento. Al contrario invece, se la rata non è proprio possibile pagarla, allora arriveranno i primi solleciti a mezzo raccomandata che intimeranno una data entro la quale sarà necessario pagare per evitare procedure legali.




Dalle azioni legali al recupero crediti

I crediti che poi finiscono in deterioramentofanno un iter abbastanza articolato ma non per questo meno efficace. Dopo i solleciti e intimazioni di pagamento legali, possono verificarsi alcune trasformazioni, per esempio una di queste è la cessione del credito da parte della finanziaria verso soggetti terzi, i quali sono specializzati per il recupero crediti.

Questa parte è quella più insidiosa e anche fastidiosa, dato che le compagnie di recupero crediti, hanno solo uno scopo, che è appunto quello di rientrare del credito che hanno acquistato. Di fatto gli agenti di recupero crediti sono molto insistenti e spesso “minacciosi”, in quanto il loro lavoro non è altro che recuperare fondi per i quali hanno investito. C’è anche un lato positivo in questa fase, il recupero crediti, molto spesso può arrivare a trattare con il debitore, che in molti casi riesce a pagare anche meno della metà del debito iniziale!




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *