Prestito senza reddito documentabile

Prestito senza reddito documentabile: di cosa si tratta e come richiederlo?

Devi fare una spesa importante oppure acquistare un immobile e ti sei reso conto che non hai abbastanza liquidità. Per questo hai deciso di rivolgerti a qualcuno per un finanziamento, ma il problema è che non puoi dimostrare quanto guadagni. Le cause possono essere molteplici, ma la domanda è: quanto è importante avere un documento di reddito? In alcuni casi può essere fondamentale ma non significa che non esiste un tipo di prestito senza reddito documentabile. Continua a leggere per saperne di più.

Prestito senza reddito documentabile: cosa significa?

Prima di proseguire è importante capire il concetto di prestito senza reddito documentabile e non confonderlo con il finanziamento senza dichiarazione redditi. Infatti queste due cose sono molto diverse. Prima di tutto, esistono numerose categorie che non hanno bisogno di dichiarare i redditi ma che hanno in mano della documentazione, ad esempio un contratto d’affitto oppure delle ritenute d’acconto, che confermano i loro introiti. Quindi non è un grosso problema ottenere della liquidità da alcune banche o finanziarie senza una dichiarazione dei redditi. Tutt’altra storia è quando mancano attestazioni ufficiali di introiti. Le cause possono essere tante ma le banche, giustamente, temendo azioni illegali, tendono a non concedere somme a coloro che le richiedono senza avere nessuna garanzia in mano.

In realtà esistono delle modalità per farlo. Vediamo quali.




Tipologie di finanziamento senza reddito dimostrabile

Esistono diverse tipologie di finanziamento senza documento di reddito. Se hai intenzione di affidarti ad una banca e hai bisogno di una somma importante, magari per un mutuo, puoi provare a cercare un garante che, come dice lo stesso termine, offra una garanzia al posto tuo. Di solito sono i parenti più stretti con un lavoro fisso e con una busta paga che rispondono a questo tipo di esigenza. In genere non è strano che un padre o una padre facciano da garanti per un figlio giovane che lavora ancora in modo saltuario ma che vuole acquistare un auto o aprire un mutuo.

Perché il garante è così importante? Perché sarà lui, e non tu che non hai documenti di reddito, a fornire all’ente erogatore la documentazione necessaria al prestito; ad esempio dovrà presentare carta d’identità e codice fiscale, le ultime due buste paga e CUD (o il cedolino della pensione) e l’estratto conto relativo agli ultimi tre mesi.




Se però non hai nessuno a cui chiedere che possa farti da garante, puoi scegliere un altro tipo di soluzione, ovvero il mutuo di liquidità. Tale scelta può essere fatta da chi è proprietario di un immobile, che diviene una garanzia per il mutuo. Infatti l’ente erogatore non ha bisogno di un documento di reddito se ha la sicurezza che in qualsiasi caso la somma potrà essere rimborsata in altri modi, come ad esempio attraverso l’ipoteca. In genere le banche e le finanziarie non accettano che l’immobile sia già precedentemente ipotecato, per cui puoi optare per il mutuo di liquidità solo se rispondi a questi requisiti.

Se non è il tuo caso, non temere perché vi sono altri modi per ottenere un prestito senza reddito documentabile o dimostrabile.

Se la somma che ti serve non è molto alta, puoi informarti se la tua banca offre il fido bancario, conosciuto anche come scoperto di conto corrente. L’ente erogatore permette al cliente di prelevare una somma sempre disponibile, (oppure a disposizione per un certo periodo di tempo) che la banca si impegna ad erogare. Naturalmente servono dei requisiti per ottenere questa tipologia di finanziamento ma, trattandosi solitamente di importi piccoli, se sei un cliente di vecchia data e che ha sempre pagato correttamente e in tempo, è possibile ottenere un prestito senza reddito documentabile. Naturalmente dipende dalla banca, per cui ti conviene informarti sul sito ufficiale della stessa prima di fare la richiesta.




Un’altra soluzione che potrebbe fare al caso tuo è il prestito su pegno. Al posto della busta paga o del documento di reddito, il richiedente offre come garanzia un bene di valore in cambio di una somma equivalente. Una volta restituito il denaro, il beneficiario del prestito potrà riavere indietro il proprio oggetto dato in pegno; in caso contrario l’ente erogatore terrà il bene. Ricorda comunque che questo tipo di finanziamento ha un tasso d’interesse, seppur basso.

Se non vuoi tener conto d’interessi e non hai a disposizione la documentazione giusto, puoi infine affidarti ad un’ultima opzione, ovvero il prestito tra privati. Questa tipologia di scambio ha tante sfumature, ma in genere è versatile e si presta alle esigenze di entrambe le parti. Naturalmente è importante mettere in chiaro le condizioni e renderle ufficiali, in modo da incappare in problematiche o fraintendimenti. Questo finanziamento naturalmente necessita di un erogatore disposto ad offrire una somma piccola o consistente. Molto meglio chiedere a un familiare stretto con il quale si ha un buon rapporto di fiducia, oppure un caro amico. Lo scambio privato offre tanti vantaggi ma stai attento perché il mancato pagamento o il venir meno agli accordi potrebbe rovinare delle belle relazioni personali.

Conclusioni

Queste sono le tipologie di prestito senza reddito documentabile alle quali ti puoi affidare. La scelta è ampia e soddisfa molte esigenze; scegli quello che fa al caso tuo e ottieni facilmente il tuo finanziamento.




One thought on “Prestito senza reddito documentabile

  • Ottobre 17, 2021 in 12:09 pm
    Permalink

    Buonasera ho urgente bisogno di un prestito

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *